Portale Trasparenza Città di Asti - ORDINANZA SINDACALE a tutela dell'incolumità pubblica e privata (art. 50 e 54 del T.U.E.L.)

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

ORDINANZA SINDACALE a tutela dell'incolumità pubblica e privata (art. 50 e 54 del T.U.E.L.)
Responsabile di procedimento: Rasero Maurizio
Descrizione

Il Procedimento é diretto alla predisposizione di Ordinanza Sindacale a tutela dell’incolumità pubblica e privata (art. 50 e 54 del T.U.E.L) ed ha inizio da una  Segnalazione trasmessa via Pec da parte del Comando Provinciale Vigili del Fuoco o da altri Enti (ASL) a seguito di loro intervento.

Le fasi possono riassumersi nel modo seguente:

  • A seguito della segnalazione, se necessario, il Tecnico comunale effettua un sopralluogo il giorno stesso (al massimo il seguente) e redige il verbale di accertamento e descrizione dello stato di pericolosità di costruzione edilizia che verrà allegata all’Ordinanza Sindacale.
  • Verifiche d’ufficio sui soggetti coinvolti cui andrà notificato l’atto
  • Predisposizione dell’Ordinanza Sindacale (entro 1 – 2 giorni)
  • Invio della bozza in Prefettura (UTG) - se predisposta ai sensi dell'art. 54 comma 4 del T.U.E.L. come modificato dalla L. 48/ del 18/04/2017
  • Trasmissione al Sindaco per la firma, successiva notifica ai destinatari e trasmissione agli Enti ed Uffici per conoscenza.
  • Pubblicazione all’Albo Pretorio telematico del Comune di Asti ai sensi della normativa vigente.

L'Ordinanza Sindacale costituisce Titolo Autorizzativo  limitatamente agli interventi di ripristino delle strutture danneggiate indicati nel Provvedimento stesso.

Al termine dei lavori é necessario depositare presso l'Unità Operativa/Servizio:

  • perizia asseverata dal Direttore Lavori attestante la sicurezza conseguita;
  • eventuale collaudo statico delle opere strutturali eseguite.

In difetto agli adempimenti previsti, si provvederà alla denuncia alla Autorità Giudiziaria a termine dell’art. 650  del Codice Penale.

Contro il provvedimento l'utente può proporre:

  • ricorso amministrativo avanti al Prefetto di Asti entro 30 giorni dalla data di pubblicazione dello stesso all’Albo Pretorio ai sensi del DPR 24/11/1971 n. 1199;
  • ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte, entro 60 giorni dalla notifica o comunque dalla piena conoscenza dello stesso ai sensi della Legge 06/12/1971 n. 1034, oppure in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro il termine di 120 giorni dalla notifica o dalla piena conoscenza del provvedimento medesimo ai sensi del DPR 24/11/1971 n. 1199

Gli utenti possono chiedere informazioni sul procedimento mediante Domanda di Accesso Agli Atti Ai Sensi Della L. 241/1990, D.Lgs. 33/2013 E D.Lgs. 97/2016.

Chi contattare
Personale da contattare: Negro Enzo
Termine di conclusione
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si
1 o 2 giorni
Riferimenti normativi
Servizio online
Tempi previsti per attivazione servizio online: .
Contenuto inserito il 13-06-2018 aggiornato al 13-06-2018
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza San Secondo 1 - 14100 Asti (AT)
PEC protocollo.comuneasti@pec.it
Centralino +39.0141.399111
P. IVA 00072360050
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato con ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it