Portale Trasparenza Città di Asti - Cimiteri - Criteri assegnazione concessioni

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Cimiteri - Criteri assegnazione concessioni
Responsabile di procedimento: Porro Gianluigi
Descrizione

Nei cimiteri comunali sono ricevute e seppellite, senza distinzione di origine, di cittadinanza, o di religione:

a) le salme di persone decedute nel territorio del Comune, qualunque ne fosse in vita la residenza;
b) le salme di persone che, ovunque decedute, avevano avuto nel Comune o nella frazione la residenza;
c) le salme delle persone non residenti in vita nel Comune o nella frazione, ma nate in esso;
d) le salme delle persone che abbiano il coniuge, il convivente o parenti entro il 3° grado sepolti in uno dei cimiteri del Comune;
e) indipendentemente dalla residenza e dal luogo della morte, le salme delle persone concessionarie, nel cimitero, di sepoltura privata, individuale o di famiglia;
f) i nati morti ed i prodotti del concepimento di cui all’art. 7 del D.P.R. n. 285/90;
g) i resti mortali e le ceneri delle salme delle persone sopra indicate.

Le pratiche per l'assegnazione e la concessione in uso che riguardano posti per sepolture individuali a tumulazione in un loculo, ossario o cinerario, nei colombari comunali di qualsiasi cimitero cittadino, vanno effettuate presso l'Ufficio Servizi Cimiteriali dell’A.S.P. presso il cimitero urbano, PRIMA delle esequie.
La sepoltura individuale puoi concedersi pertanto solo in presenza di salma, dei resti o delle ceneri.
L’assegnazione avviene su scelta dei parenti della salma o delegato, tra i loculi disponibili nell’ambito della campata di colombari che il Comune intende dare in concessione. Fino a quando non saranno esauriti tutti i loculi di una campata il Comune non potrà dare in concessione i loculi della campata successiva. Tale disposizione è estesa a tutti i cimiteri, urbano e frazionali.
Nel loculo, oltre al feretro, può essere consentita, secondo le dimensioni, la collocazione di due o più cassette o cinerari contenenti i resti di un familiare che sia stato in vita ascendente o discendente in linea retta, coniuge o convivente, parente entro il terzo grado o affine entro il secondo grado del defunto, previo pagamento di una somma per diritto di immissione dei resti pari al 50% della tariffa minima stabilita per la concessione in uso di un ossario posto nella stessa fila.
Nell'ambito di ciascun cimitero è consentita l’assegnazione e la concessione di due loculi vicini per la sepoltura di una salma a seguito di funerale e la traslazione di una salma di un familiare morto in precedenza, che sia genitore, figlio, coniuge, fratello o sorella o persona convivente in vita con il traslato.
In taluni specifici casi nei cimiteri (vedere disponibilità del singolo cimitero), possono anche essere rilasciate concessioni settantennali a persone in vita che abbiano compiuto sessantacinque anni. Può inoltre essere consentita la concessione fino ad altri due loculi settantennali a stretti congiunti del deceduto (genitore, figlio, coniuge, fratello o sorella o persona convivente in vita), anche se gli interessati non hanno compiuto il sessantacinquesimo anno di vita.
Le pratiche per l'assegnazione e la concessione di un lotto di terreno per la costruzione sepolture private collettive a edicola funeraria o a campetto a sterro di qualsiasi cimitero cittadino, vanno effettuate presso l'Ufficio Cimiteri presso il Settore Lavori Pubblici / Servizio Aree Verdi e Cimiteri in piazza Catena n° 3 - Asti.
Il Comune può concedere a privati e a enti l’uso di aree cimiteriali, sulle quali i concessionari possono costruire edicole funerarie per famiglie e collettività, sepolcri per tumulazioni individuali e non, anche interrati, o impiantare campi a sistema di inumazione per famiglie e collettività, purché tali campi siano dotati ciascuno di adeguato ossario.
Il rilascio della concessione è subordinato al pagamento anticipato del canone di cui all’apposito tariffario o secondo quanto disposto dalla Giunta Comunale al momento della lottizzazione, per l’intera durata della concessione.
Questi manufatti costituiscono sepolture private riservate all’uso del concessionario e dei suoi famigliari, nonché dei suoi discendenti, eredi e legatari.

Chi contattare
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
Costi per l'utenza
Servizio online
Tempi previsti per attivazione servizio online: .
Contenuto inserito il 19-09-2013 aggiornato al 10-03-2017

Ricerca procedimenti

Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza San Secondo 1 - 14100 Asti (AT)
PEC protocollo.comuneasti@pec.it
Centralino +39.0141.399111
P. IVA 00072360050
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato con ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it